Finalmente è sbocciata la primavera e con lei la voglia di dare un tocco di colore alle nostre vite, a partire dalla tavola. Il primo pensiero, quando si parla di primavera, è sintetizzabile con l’espressione “esplosione di colori. Perché non portare questa vitalità anche durante un pranzo o una cena, magari proprio nel giorno di Pasqua? Ecco qualche consiglio per ricreare una tavola primaverile.

Il primo elemento da prendere in considerazione è la tovaglia. Optate per i colori pastello o le fantasie floreali. Se vi piace azzardare, potete scegliere anche colori più vivaci come il giallo limone o l’arancio. L’importante è abbinarli sempre a piatti e bicchieri nelle tonalità giuste per mantenere un certo equilibrio.

Su una tavola primaverile, inoltre, non possono mancare i fiori freschi. Puntate su quelli di stagione, come primule e narcisi dal giallo intenso, violette e anemoni lilla, piccole rose, margherite e fiori di campo. Anche in questo caso cercate di abbinarli ai colori della tovaglia. Potete usarli come centrotavola ma anche disporli in modo da abbellire ogni posto a sedere.

Non trascurate i dettagli più semplici…ad esempio potete creare dei segnaposto a tema, magari a forma di uovo, o legare i tovaglioli con dello spago nel quale fissare un fiore.

Questi piccoli accorgimenti doneranno alla tavola primaverile un inconfondibile stile shabby chic.

È il momento di pensare ai piatti: se il tessuto della tovaglia è particolarmente colorato, è consigliabile controbilanciare con un servizio di piatti neutro, ad esempio con motivi provenzali. Se al contrario avete scelto una biancheria da tavola minimal potete osare con piatti colorati o decorati.

Ora che la vostra tavola primaverile è pronta, è essenziale pensare al menù per prendere gli ospiti anche per la gola. Il prossimo articolo del nostro blog sarà dedicato alle ricette per stupire i vostri commensali. Continuate a seguirci!